Con oltre un miliardo di siti Web su Internet oggi, in quanto proprietario di uno di questi siti, potresti pensare che non ci siano molte possibilità che un criminale informatico possa prendere di mira il tuo. Tuttavia, prima ancora di arrivare a questo, facciamo un passo indietro per un momento e consideriamo cosa significa il tuo sito web per te.


Come individuo, potresti semplicemente possedere un sito web personale o anche una piccola impresa online che ritieni trascurabile. C’è un valore in tutto e anche un piccolo sito contiene una sorta di dati. Forse un nome di accesso e una password che usi su tutti i tuoi account online? Se possiedi una piccola impresa, il tuo sito web rappresenta il tuo marchio e la tua reputazione, insieme a tonnellate di informazioni più preziose che non appartengono solo al tuo, ma anche ai tuoi clienti.

Se ti sei imbattuto in articoli di Forbes, The Economist o di un numero qualsiasi di aziende di sicurezza di Internet oggi disponibili, è molto probabile che tu sia a conoscenza del termine “I dati sono il nuovo petrolio”. È diventato uno dei singoli beni più preziosi disponibili online oggi (e quindi vediamo l’ascesa della VPN) e proprio come qualsiasi cosa, può essere rubato e scambiato o scambiato.

Credito d’immagine: David Parkins

Ai criminali informatici non importa se il tuo sito Web è piccolo, usano strumenti che eseguono test gratuiti su tutti i siti in cui si imbattono, semplicemente raccogliendo informazioni. Se non possono utilizzare le informazioni, possono sempre venderle a qualcun altro che può.

Poiché la maggior parte di noi non possiede e mantiene fisicamente l’attrezzatura su cui ospitiamo i nostri siti Web, esamineremo gli aspetti non fisici della sicurezza del sito Web. Ciò coinvolge due aree principali; 1) protezione del sito Web stesso e 2) protezione dei dati forniti dai clienti.

Tieni presente che chiunque visiti il ​​tuo sito può essere considerato un cliente, non solo coloro che effettuano acquisti da te.

1. Tieni aggiornati gli script e gli strumenti

Assicurati che la piattaforma del tuo sito e tutti gli altri script che stai eseguendo siano aggiornati. Ogni software noto all’umanità viene rilasciato con bug e possibili scappatoie di sicurezza. Anche quelli che vengono mantenuti aggiornati avranno queste lacune. Tutto ciò che serve è una singola vulnerabilità e i criminali informatici saranno in grado di ottenere l’accesso. Assicurando di eseguire aggiornamenti regolari, si riducono le possibilità di sfruttamento delle falle nella sicurezza.

Ciò è particolarmente importante per coloro che utilizzano strumenti del sito Web che sono open source. Per loro stessa natura, gli strumenti open source si lasciano vulnerabili a coloro che sono alla ricerca di exploit. Per combattere questo, ci sono numerosi strumenti che puoi usare per aiutarti a controllare.

Provalo

Per iniziare, prova LastPass, Dashlane o KeePass. Alcuni sono gratuiti, altri no.

3. Utilizzare HTTPS e SSL

Molte persone non sono ancora a conoscenza di HTTP e SSL, ma come proprietari di siti sono importanti.

Per coloro che gestiscono negozi online o eseguono qualsiasi tipo di transazione per i tuoi clienti online, SSL NON è facoltativo. I certificati SSL possono essere ottenuti da molte fonti, ma la soluzione migliore è ottenerne uno da un fornitore affidabile come SSL.com.

In alternativa, molti provider di web hosting come A2Hosting e SiteGround fungono anche da rivenditori di terze parti e possono venderli.

Digicert è specializzata in certificati SSL e ha varie opzioni disponibili

Se hai appena iniziato, fai sapere al tuo provider di web hosting che intendi avviare un sito di e-commerce ed è probabile che avranno un pacchetto che includa tutto ciò di cui hai bisogno. .

Per inciso, anche se non hai intenzione di gestire un sito di e-commerce, oggi anche le aziende web sono alla ricerca di sicurezza.

Ad esempio, Google ora utilizza HTTPS come segnale di classifica. In questo modo, aiutano a garantire che le persone che utilizzano il loro motore di ricerca siano indirizzate a siti Web autentici e sicuri.

Perfino alcuni siti web di banche non sono sicuri e molti browser ora lo riconoscono!

Protezione DDoS di livello 7Certificato SSL. SupportoProva gratuita30 giorni30 giorni30 giorni

Visita online: Incapsula.com

3. Cloudflare

Cloudflare è più noto per la sua reputazione come rete di distribuzione di contenuti (CDN), che è anche principalmente il modo in cui ha costruito un nome solido nel proteggere i siti dei clienti dagli attacchi DDoS (Distributed Denial of Service). Ancora una volta, come Incapsula, i livelli dei prezzi di Cloudflare sono piuttosto oscuri.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me