I cinque principali modi per catturare errori e errori nella tua stessa scrittura

Raccogli qualsiasi romanzo bestseller, leggi qualsiasi blog popolare o persino consulta un giornale e troverai una cosa in comune. Ogni scrittore crea errori di battitura in qualche modo ed è davvero difficile catturare tutti gli errori di battitura nel tuo lavoro. Tuttavia, ci sono alcune cose che puoi fare che riducono i refusi a quasi nulla e ti aiutano a creare copie quasi perfettamente pulite per i tuoi lettori.


Certo, potresti assumere un editore per farlo per te. Tuttavia, potresti non essere ancora a un livello in cui puoi permetterti di coltivare lavori editoriali. Le finanze possono imporre che tu faccia tutto o parte da solo.

In un articolo su Wired, lo psicologo Tom Stafford con l’Università di Sheffield ha spiegato che il motivo per cui le persone non riescono a catturare i propri errori di battitura è che il cervello si concentra su compiti di ordine superiore.

Quando scrivi, stai cercando di trasmettere qualcosa ai tuoi lettori. Il tuo cervello sa esattamente cosa vuoi dire, quindi lo leggi anche in questo modo, anche quando non è corretto al 100%. Questo è il motivo per cui potresti scrivere e modificare in profondità un post per il tuo blog e non accorgerti di avere una parola errata o un connettore mancante. I tuoi lettori potrebbero notarlo, perché non sanno cosa stavi cercando di dire.

“Il motivo per cui non vediamo i nostri errori di battitura è perché ciò che vediamo sullo schermo è in competizione con la versione che esiste nella nostra testa”, ha detto Nick Stockton lo scrittore di quell’articolo.

Il Journal of Research and Reading ha pubblicato uno studio che ha esaminato se la tua familiarità con il testo fosse correlata a quanti errori hai commesso nella correzione di bozze. Probabilmente non è sorprendente che lo studio abbia dimostrato che se avessi molta familiarità con la scrittura, avresti molte più probabilità di trascurare gli errori che altri avrebbero colto.

Un esempio di errore di auto-modifica

tipo scrittore

Un esempio di questo sarebbe un libro di narrativa che ho scritto che ho curato personalmente un minimo di sei volte diverse. Se me lo avessi chiesto, ti avrei detto che non c’era modo di trovare un refuso in quel libro.

L’ho quindi inviato al mio editore, che ha trovato errori di battitura. Abbiamo corretto gli errori di battitura e lei ha letto di nuovo il libro. Ti avrebbe giurato che non c’erano più errori di battitura.

Il libro poi è andato a un copiatore, che ha trovato un paio di errori di battitura. Non ci potevo credere. Il mio editore non ci credeva. Li abbiamo riparati.

Il libro è stato formattato e le prove sono state inviate a me e al mio editore. Ognuno di noi li ha esaminati attentamente. Ho trovato un punto in cui avevo scritto “leccare” invece di “bloccare”. L’ho riparato. Il mio editore non ha trovato nulla.

Il libro è stato pubblicato. Ero sicuro che fosse perfetto in ogni modo. Fino a … Un lettore mi ha inviato un messaggio e ha elencato i due errori che aveva trovato nel mio libro. Ho preso la mia copia e sicuramente c’erano due errori proprio come aveva detto.

Sembra quasi impossibile che un libro possa passare attraverso così tante revisioni e avere ancora errori. Probabilmente l’hai notato nei libri che hai letto. Lo vedo spesso su riviste e giornali.

Quindi, mentre l’obiettivo è rendere la tua scrittura il più perfetta possibile, capisci che non sarai mai perfetto al 100%. Non sei una macchina. Sei un essere umano e sei fallibile.

Non preoccuparti, i tuoi lettori ti faranno sapere e puoi ringraziarli, correggere l’errore e sapere che è un po ‘meglio di prima.

Nel frattempo, ecco alcune cose che puoi fare per limitare il più possibile gli errori.

1. Stampalo

In questa era digitale, è molto facile creare sui nostri computer, modificarli sui nostri computer e collaborare sui nostri computer. Tuttavia, quando stampi la parola scritta, puoi allontanarti da tutti i componenti elettronici per un minuto e leggere parola per parola, guardando per errori di battitura.

Sarai sorpreso di quanti errori noterai nella stampa che non hai mai visto sullo schermo. Tuttavia, anche se sto elencando questo come n. 1, questo dovrebbe davvero essere uno dei tuoi ultimi passi nel processo di modifica. È elencato per primo, perché è molto importante.

Uno dei motivi per cui probabilmente funziona è che il tuo cervello visualizza la pagina stampata in modo leggermente diverso, quindi non è così familiare come prima.

2. Utilizza grammatica e correttori ortografici

È vero che i correttori grammaticali / ortografici non cattureranno tutto e che è necessario avere una solida conoscenza della grammatica (o ottenere aiuto da qualcuno che lo fa) per rilevare tutti gli errori.

Tuttavia, queste pedine non sono completamente inutili. Hanno il loro posto. Ad esempio, un controllo ortografico rileverà una parola errata. Diciamo che si scrive la parola “ristorante” in modo errato e mettere la “u” davanti alla “a”. Un semplice controllo ortografico riconoscerà che “restuarant” non è l’ortografia corretta. Sarai in grado di risolverlo facilmente, riducendo gli errori nel testo.

Le pedine grammaticali sono utili allo stesso modo. Mentre a volte ti diranno che una frase è sbagliata quando è corretta, attireranno la tua attenzione su possibili problemi. Puoi quindi guardarlo più attentamente e decidere se deve essere riparato o meno.

I correttori ortografici e grammaticali forniti con piattaforme come WordPress e MS Word sono molto limitati. Se commetti molti errori di ortografia / grammatica, considera di investire in qualcosa come Grammarly per ricontrollare il tuo lavoro.

3. Trova le tue parole preferite

Ogni scrittore ha alcune parole che usa troppo spesso e probabilmente non sono così meravigliose come potresti pensare. Può essere qualsiasi parola tu possa immaginare, da un verbo a un sostantivo. Tuttavia, l’uso ripetuto della stessa parola può far pensare al tuo lettore che manchi di originalità.

Alcune parole comuni che le persone abusano includono:

  • Molto
  • Soprattutto
  • Ha iniziato
  • inoltre
  • Mentre
  • In realtà

Le parole preferite sono spesso parole “donnole”. Questo è un termine usato per descrivere le parole ingannevoli utilizzate nella pubblicità, ma anche gli scrittori possono lasciarli insinuare. Queste sono parole che ti fanno sembrare autorevole, ma in realtà non lo sono. Per esempio:

  • Alcune persone dicono
  • I ricercatori discutono
  • Probabilmente
  • Maggior parte

Questi termini non hanno nulla per sostenerli. Cerca di non usarli. Invece, sii specifico in modo che la tua scrittura sia credibile:

  • Il professor Smith dell’Università ABC afferma che … (e link al riferimento)
  • In uno studio condotto da We Test Things, lo scienziato John Doe ha scoperto …
  • Secondo il Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti, c’è una variazione del 50% che …
  • In un sondaggio del 2015, il Census Bureau ha scoperto che l’80% delle femmine adulte …

Vedi come la seconda serie di esempi è molto specifica con le risorse? Questa è una scrittura più forte.

Trova le tue parole donnole e le tue parole preferite e poi puoi cercarle in ogni pezzo di scrittura ed eliminarle.

4. Fai una pausa

Una delle cose più semplici che puoi fare è concedere del tempo al tuo calendario editoriale per fare una pausa da qualcosa che hai scritto. Se puoi metterlo da parte per un giorno o più, puoi tornare ad esso con occhi nuovi.

Ricorda quello studio sopra su quanto più hai familiarità con un pezzo di scrittura, più è difficile rilevare errori? Se riesci ad allontanarti per un po ‘, non sarà più così familiare.

Lavora su alcuni altri progetti e metti da parte questo particolare pezzo. Quindi, ritorna ad esso e vedi quali nuovi errori trovi.

A volte, l’argomento su cui stai scrivendo potrebbe anche essere qualcosa di cui sei appassionato o emotivo. Prendendoti una pausa, ti consente di rimuovere i tuoi sentimenti personali e tornare ad esso con più neutralità.

Quando torni al pezzo, chiedi se c’è un altro lato dell’articolo. Puoi aggiungere un’altra prospettiva per bilanciarlo meglio?

5. Ottieni forte

Il tuo ultimo passo in qualsiasi processo di modifica dovrebbe essere quello di leggere ad alta voce il tuo lavoro. Proprio come probabilmente hai notato cose diverse quando hai stampato il tuo articolo e letto su carta, la lettura ad alta voce ti dà un’altra prospettiva e ti strappa dal familiare.

C’è un ritmo alle parole. Quando leggi ad alta voce, sentirai quel ritmo. Le frasi imbarazzanti ti risalteranno. Potresti imbatterti in errori di battitura che non ti rendevi conto di avere.

Se usi la parola “leccare” invece di “bloccare”, la prenderai quando leggi ad alta voce (forse).

Ci sono anche alcuni lettori di testi che ti leggeranno il tuo lavoro. Questa può essere una buona soluzione se hai molte pagine e la tua voce si stanca o gli occhi si stancano.

Natural Reader è un sito in cui è possibile collegare il testo in una casella nella pagina Web e lo leggerà ad alta voce. Potresti anche voler provare a chiudere gli occhi e ascoltare il flusso delle parole. Fermati se senti qualcosa che suona, aggiustalo e vai avanti.

Ti consente di scegliere il tipo di voce che desideri leggere. Puoi scegliere un maschio americano di nome Mike, una femmina britannica di nome Audrey o voci francesi, tedesche, italiane e arabe. Puoi anche modificare la velocità con cui la voce legge, ascoltando sempre più lentamente.

Prova impostazioni e voci diverse e vedi se rilevi più errori con l’uno o l’altro.

Compito impossibile

È impossibile scrivere un testo assolutamente perfetto il 100% delle volte. Prenditi il ​​tempo per modificare il meglio che puoi. Usa alcuni dei trucchi elencati qui. Quindi, concediti una pausa e sappi che stai mettendo il piede migliore possibile con la tua scrittura e qualsiasi altra cosa può essere risolta perché un blog è in continua evoluzione e miglioramento.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map